Zuppa di cicoria e fave secche di Fratte Rosa

Spesso non ci si rende conto di quanto sia ‘importante  ridurre il consumo di sale per migliorare la nostra salute.

Di solito nelle ricette si trova indicata la quantità di sale da utilizzare con la sigla qb ovvero con quel fatidico quanto basta che è troppo generico e troppo soggettivo.

Il nostro palato è abituato a piatti saporiti e questo porta a un  consumo di sale di molto superiore al nostro fabbisogno giornaliero e questo può portarci ad avere problemi di ipertensione.

Studi scientifici hanno  dimostrato che una elevata assunzione di sodio, presente nel sale aumentano , aumenta di rischia il rischio di malattie del cuore, dei vasi sanguigni e dei reni.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di non introdurre più di 2 grammi di sodio al giorno che corrispondono  a circa 5 grammi di sale da cucina ( un cucchiaino da the ).

Nel fare questo calcolo, dobbiamo, però anche tenere presente anche della quantità di sodio presente negli alimenti.

E’ bene  anche ridurre il consumo di salumi e insaccati, sottaceti e alimenti in salamoia  ed è fondamentale leggere bene l’etichetta in cui viene riportato il contenuto di sodio in essi contenuto.

Per sostituire il sale è bene insaporire i cibi con le erbe aromatiche, ed esaltarne il sapore utilizzando il  succo di limone o aceto.

Qui c’è l’esempio di una zuppa  di cicoria e fave secche di Fratte Rosa, preparata senza sale, provatela e poi mi saprete dire 🙂

 

La Ricetta:

  • 500 gr. di cicoria,
  • 400 gr. di fave secche decorticate
  • 1 cipolla
  • 2 pomodorini
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • 1 mestolo di buon brodo vegetale
  • q.b. di olio extravergine d'oliva.

In una pentola con acqua leggermente salata lesso le fave ammollate per almeno 12 ore, le faccio cuocere a fiamma bassa fino a che, girandole con un cucchiaio di legno, si sfaldano e diventano un purè.

In un tegame faccio soffriggere la cipolla finemente tritata con un po’ di acqua, aggiungo la purea di fave, la faccio insaporire qualche minuto, poi aggiungo la cicoria lessata, scolata e tritata grossolanamente e i pomodorini tagliati in quattro parti..

Aggiungo un paio di mestoli di brodo, aggiungo una spolverata di pepe, la curcuma e servo la zuppa piuttosto densa, ben calda e fumante con alcune fave lasciate intere e un filo d’olio.