Risotto alla monzese con strolghino

La ricetta con la quale partecipo al Food Cotest “La tradizione regionale: riscoprila QUI DA NOI” è la rivisitazione di un piatto tipico della mia regione: il risotto alla monzese il cui  ingrediente principale è la salsiccia o luganega di Monza.

Ho sostituito la salsiccia o luganega di Monza con lo Strolghino classico Clai, un salametto della tradizione norcina emiliana preparato esclusivamente con le rifilature magre del culatello e del fiocco di prosciutto.

Per la preparazione del piatto ho usato solo ingredienti prodotti dalle Cooperative Agricole #quidanoi

Vorrei sottolineare che per l’ambientazione ho utilizzato una vecchia tovaglia un pò stropicciata che evoca l’atmosfera informale delle antiche trattorie di campagna…

La Ricetta del Risotto alla monzese con strolghino

  • 320 gr. di riso Vialone nano biologico della Cascina Belvedere
  • 200 g di strolghino classico Clai.
  • 0,60 g di zafferano a pistilli della Soc. Agr. Nuraghe Rujj
  • 50 g. di burro Latte e Formaggi Faggiola
  • 1 scalogno
  • 1 lt di buon brodo di carne
  • 1 bicchiere scarso di vino bianco Trebbiano della Cantina Sociale di Gonzaga
  • 4 cucchiai di Olio extravergine d’oliva “Goccia di Sole”
  • 80 g di parmigiano grattugiato della Latteria Sociale Val d’Enza
  • q.b. di sale

Mettete gli stimmi di zafferano in una tazzina con del brodo molto caldo e lasciatelo in infusione fino al momento dell’utilizzo.

In una padella fate soffriggere nell’olio lo scalogno affettato, quando è rosolato aggiungete il riso, fatelo tostare poi sfumatelo con il vino bianco.

Quando il vino è evaporato bagnate il riso col brodo aggiungendone un mestolo alla volta e solo dopo che il precedente è stato assorbito.

Tagliate lo strolghino prima a fette poi a piccoli pezzetti, metteteli in una padella e fatelo soffriggere per cinque minuti poi bagnatelo con qualche cucchiaio di vino bianco e lasciatecelo per dieci minuti coperto sul fuoco spento perché faccia un po’ di sugo.

Al termine della cottura del aggiungete lo zafferano sciolto e mescolatelo bene fino a che non è distribuito in modo uniforme. Togliete quindi la pentola dal fuoco, aggiungete il burro freddo a pezzetti e il Parmigiano. Aggiungete anche lo strolghino poi coprite il riso con il coperchio e lasciatelo riposare per due minuti in modo che si assesti e che cominci a rilasciare il suo amido.

Togliete il coperchio, mescolate per amalgamare bene burro e il formaggio, poi scuotete il tegame con movimenti rapidi e regolari in avanti e indietro, in modo che il risotto formi un'onda.

Se il risotto risulterà troppo asciutto, aggiungete qualche cucchiaio di brodo.

Servitelo fumante!

.

Con la rielabolazione di questa ricetta partecipo al food contest  “La tradizione regionale: riscoprila QUI DA NOI”

 

 

 

 

 

Commenta l'articolo