Ravioli di patate cacio e pepe con salsa alle pere, zenzero e pepe rosa

 

Lo zenzero è la radice aromatica di  una pianta erbacea originaria dell’Estremo Oriente che ha l’aspetto di una canna con i rizomi orizzontali.

Viene coltivato in tutti i  Paesi con condizioni climatiche molto calde, ma il  maggior produttore è  l’India che soddisfa un terzo della produzione mondiale.

Dal profumo pungente e dal gusto piccante, lo zenzero  ha sia proprietà curative per il nostro organismo che proprietà aromatiche e per questo viene utilizzato  in molte ricette esaltandone il  gusto e il  profumo.

In commercio lo zenzero si trova fresco, essiccato o in polvere e si trova anche l’olio essenziale in esso contenuto, e candito.

Lo zenzero fresco si trova in commercio anche nei supermercati: si presenta come una radice nodosa di colore beige e dalla polpa bianca.

Si conserva bene in un sacchetto di carta, messo in un sacchetto di plastica posto in frigorifero

Lo zenzero essiccato o in polvere ha più o meno il sapore di quello fresco anche e le sue proprietà rimangono inalterate.

L’olio essenziale contiene i principi attivi dello zenzero in modo concentrato.

Lo zenzero candito conserva inalterati i principi attivi della radice fresca, però è molto calorico.

Le  proprietà medicinali dello Zenzero, che contiene una sostanza chiamata gingerolo un componente veramente fenomenale , erano già conosciute dalle antiche culture orientali dove veniva utilizzato da solo o come parte di rimedi erboristici.

In India e in Cina veniva utilizzato anche come spezia alimentare, soprattutto in piatti a base di carne, come condimento o in salse per la  sua proprietà antiossidante sui grassi e su altri cibi, in quanto ne facilita la conservazione.

Nei Paesi Occidentali  si è cominciato in tempi abbastanza recenti ad apprezzarne le qualità gastronomiche , ai nostri giorni viene utilizzato per la preparazione di biscotti aromatici e come spezia alimentare in numerosi piatti a base di carne, di pesce, di pasta, in  salse e così via.

Per la presenza dell’olio essenziale, di color giallino, lo zenzero è  un energico stimolante e le sue  proprietà medicinali favoriscono la digestione, eliminano  il gonfiore intestinale, combattono la nausea, l’ infiammazione oculare oltre ad avere  un’azione rinfrescante ed igienizzante.
Non ultima caratteristica dello zenzero, spezia dalle mille virtù,  è  quella di contenere lo zingiberene, una sostanza che stimola una maggior circolazione di sangue verso l’organo sessuale,  tanto da essere considerato l’ afrodisiaco vegetale per eccellenza  e per questo motivo  è molto apprezzato e utilizzato nella cucina orientale.

Ravioli di patate cacio e pepe con salsa alle pere, zenzero e pepe rosa

Al contadino non far sapere quanto è buono il cacio con lo zenzero e le pere 🙂

  • Ingredienti per la pasta:
  • 500 gr. di farina 0
  • 5 uova
  • sale.
  • Ingredienti per la farcia:
  • 5 patate
  • 200 gr. di pecorino grattugiato
  • 2 uova
  • q.b.di noce moscata
  • q.b.di sale
  • abbondante pepe.
  • Ingredienti per condire:
  • 50 gr. di burro chiarificato
  • 2 pere kaiser
  • q.d. di radice di zenzero
  • 1 cucchiaino di pepe rosa in grani.

In un tegame faccio lessare le patate; quando sono ben cotte le spelo e le schiaccio con lo schiacciapatate, poi le metto in una terrina con il pecorino, le uova, la noce moscata grattugiata , il sale, una abbondante spolverata di pepe e amalgamo bene tutti gli ingredienti mescolando con un cucchiaio di legno.

Se l’impasto è troppo morbido, aggiungo altro pecorino per asciugarlo. Lo copro e lo tengo al fresco fino al momento dell’utilizzo.

Impasto la farina, con le uova e il sale, e tiro la pasta fino ad ottenere una sfoglia non molto sottile.

Aiutandomi un cucchiaino metto sulla sfoglia i pezzetti di ripieno dalla grandezza di una noce a distanza di 6-7 cm. l’uno dall'altro, mantenendo sempre circa 4 cm di distanza dall’orlo della stessa.

Ripiego la pasta in modo da chiudere i ravioli e poi taglio i contorni con l’apposita rotellina in modo da ottenere dei rettangoli facendo attenzione di premere bene i bordi così che i ravioli non si aprano durante la cottura.

Man mano che sono pronti li adagio su di un vassoio leggermente infarinato,li copro con un panno e li tengo al fresco.

In un pentolino metto a cuocere le pere sbucciate, private del torsolo e tagliate a pezzetti, aggiungo lo zenzero e il pepe rosa e porto a bollore a fiamma bassa. Quando sono ben cotte, utilizzando il mixer frullo tutto fino a che raggiungono la consistenza di una purea.

Cuocio i ravioli, mettendoli pochi alla volta e con delicatezza in abbondante acqua salata, li faccio bollire alcuni minuti, quindi li scolo e li metto sul piatto da portata.

In un pentolino faccio fondere il burro, aggiungo la salsa alle pere, amalgamo bene, poi la verso sui ravioli e metto in tavola.

Commenta l'articolo