Le fragole

Le fragole sono il primo frutto della primavera…

Le fragole sono frutti della pianta omonima, appartenente alla famiglia delle rosacee; originaria delle Alpi, chiamata Fragaria vescia.

A causa del loro intenso profumo, dai romani venivano, chiamate fragrans,.

Crescono spontanee in Europa, ma vengono anche coltivate in moltissime varietà.

Possono essere considerate “falsi frutti”, infatti sono inflorescenze, che si formano in seguito all’ingrossamento dei ricettacoli dei fiori. I frutti veri e propri sono i granuli verdi, contenenti un piccolo seme scuro, visibili sulla superficie delle fragole stesse e chiamati acheni.

Le varietà più pregiate sono le fragole di bosco, piccole e dolcissime, che crescono spontanee soprattutto in alta montagna.
Hanno pochissime calorie, sono una discreta fonte di fibre, povere di minerali e una buona fonte di vitamina C; hanno proprietà depurative, diuretiche,  antireumatiche, astringenti.

Alcune  ricette…

le fragole alla panna

Ingredienti: 300 gr di Fragole, 1 limone, 125 gr di panna  da montare, 125 gr di zucchero, 1 bicchierino di di Kirsch o Maraschino, vino rosso

Lavo le fragole con il vino poi le mondo, le metto in una terminale condisco con il succo di limone e il liquore e le lascio in frigorifero per 1 ora. Le suddivido in quattro coppette, aggiungo la panna  appena montata e servo subito.

la torta di ricotta e fragole

Ingredienti per il Pan di Spagna: 150 grammi di farina di tipo 00, 100 grammi di amido per dolci 7 uova, 250 grammi di zucchero, 1/2 busta di vaniglia, , 50 grammi di burro, 1/2 bicchiere di rum,

Ingredienti per la crema di ricotta 400 grammi di ricotta, 50 grammi di zucchero, Per decorare: una vaschetta di fragole

In una terrina mescolo lo zucchero con i tuorli d’uovo, la vaniglia, con una frusta da dolci li lavoro energicamente fino a che il composto diventa chiaro, aumenta il suo volume e lo zucchero si scioglie. A questo punto aggiungo la farina e l’amido e continuate a miscelare.. quando è tutto bene omogeneo aggiungo gli albumi montati a neve. Mescolo molto delicatamente con un cucchiaio di legno.

Verso il composto in uno stampo rotondo di circa venti centimetri di diametro, imburrato e spolverizzato di farina. Faccio cuocere in forno a 180° per circa 20 minuti .A parte preparo la crema passando la ricotta al setaccio con 1 cucchiaio di amido e un cucchiaio di zucchero.

Quando il Pan di Spagna sarà cotto lo faccio raffreddare lo tolgo  dallo stampo e lo taglio in 2 dischi che inumidisco con il rum. Su uno dei dischi spalmo la crema di ricotta in modo uniforme. Sovrappongo l’altro disco e lo lascio riposare su di  un piatto in frigorifero per un’ora Al momento di servire ricopro la parte superiore con la restante crema di ricotta, decoro con le fragole tagliate a metà e servo subito.

il dolce alle fragole

Ingredienti: 150 gr biscotti secchi tipo Oswego, 300 gr ricotta, 60 gr  burro 4 cucchiai di panna 150 gr zucchero a velo, 3 fogli di colla di pesce, acquavite di fragole, 500 gr fragole, 2 uova, vino bianco

Metto a bagno i fogli di colla di pesce per ammorbidirli. Lavoro la ricotta a crema unendo man mano la panna e metà zucchero. In un altro recipiente sbatto i soli tuorli con lo zucchero rimasto, poi li incorporo nella ricotta. Strizzo la colla di pesce e la faccio sciogliere su fuoco basso con 4 cucchiai di acqua vite dopo di che metto nell’ composto preparato .Lavo le fragole con il vino poi le mondo e tengo da parte le più belle per decorare .Taglio quelle rimaste in quattro e le aggiungo alla crema. Pesto i biscotti fino a ridurli in polvere e vi incorporo il burro fuso. Fodero di carta forno il fondo di uno stampo a cerniera e stendo i biscotti in uno strato uniforme poi metto lo stampo in freezer per circa mezz’ora, poi lo tolgo dal freezer e vi metto  sopra il composto di ricotta  livellandolo bene.. Lo metto in frigorifero per almeno 8 ore e al momento di servire lo decoro con le fragole rimaste

p5rn7vb

Info su Laura Ghezzi

Laura Ghezzi è nata a Milano, dove tuttora vive in compagnia del suo amato cagnone Tobia, e oggi coltiva la sua vera passione, quella della buona cucina e della buona tavola, ma con un occhio di riguardo alla “cucina economica” intesa come cucina in cui si utilizzano, per la preparazione delle ricette, una serie di materie prime a basso costo, costo determinato dal rispetto della stagionalità, del km 0 e dall’attenzione al non sprecare. Non sono ricette di “seconda classe” come si potrebbe pensare, ma sono ricette realizzate appositamente studiando gli ingredienti e il risultato è sorprendente.. Nel 2009 ha creato il blog www.cucinareperpassione.it che è nato un po’ come un diario di ricette e di esperimenti da tenere sempre a portata di mano, ovunque ci si trovi e da condividere con chi ha la stessa passione; e un po’ come raccolta di ricette di famiglia appuntate qua e la che vengono scritte definitivamente e fotografate con cura. Dal 2009 ad oggi ha collaborato e collabora con portali on line e siti di cucina come food writer. Nel 2012 ha partecipato alla trasmissione televisiva “Quel che passa il Convento” in onda su TV200. Nel 2013 ha partecipato al Social Media Team di Eating Piceno e di altri blogtour. Nel luglio 2014 ha fatto parte della giuria tecnica della tappa a Senigallia di “Gelato Festival”.
Questa voce è stata pubblicata in la frutta, Laura e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.