Un caratteristico dolce da gustare nella feste di famiglia…

la Fugassa d’la Befana…

è un dolce molto antico ed è un prodotto tipico della provincia di Cuneo. E’ nato proprio come dolce delle festa da trascorrere insieme ai familiari ed agli amici.

E’ un dolce fatto a margherita e due petali contengono una sorpresa: in un petalo c’è una fava bianca e chi la trova paga la focaccia, nell’altro petalo c’è una fava nera e chi la trova offre il vino.

la ricetta…

Ingredienti: 450 gr. di farina, 150 gr. di burro, 150 gr. di zucchero, 1 bustina di lievito di birra, 150 gr. di cedro e arancia canditi, 3 uova, latte, sale, granella di zucchero, confettini colorati.

In una terrina impasto la farina, il burro, il lievito, i tuorli, i canditi: lavoro bene l’impasto e quando è ben compatto ed elastico lo copro con un panno e lo faccio lievitare per una notte intera.

La mattina seguente lo impasto nuovamente e lo divido in due parti  ( la dose indicata è per 2 fugasse ) che lascio riposare ancora per una decina di minuti poi lo stendo sulla placca forno ricoperta con l’apposita carta e con il coltello la taglio disegnando i petali di una margherita, ma senza arrivare al centro. Accavallo leggermente ogni petalo su quello vicino, ne spennello la superficie con l’albume delle uova e gli faccio cadere sopra la granella di zucchero. Cuocio in forno già caldo a 200° per 45 minuti circa e quando è intiepidita la decoro con i confettini colorati.

6 pensieri su “Un caratteristico dolce da gustare nella feste di famiglia…

  1. che bella e chissa’ che buona ,questa “fugassa”!!molto carino,anche il risvolto della leggenda o tradizione,della fava nera e bianca..segno la ricettina!!grazie :))

    e grazie anche per la visita al mio blog :)quando vuoi,sei la benvenuta!!buon pomeriggio 🙂

  2. Lo dividi in due parti perchè, scusa la mia ignoranza ma la ricetta mio stuzzica parecchio e vorrei farla. Però non capisco se lo fai cuocere in due tempi, scusa ma ti sarei grata se mi dessi delucidazioni in materia.
    Grazie
    Ciao

    1. Hai ragione non è chiaro quello che ho scritto: divido l’impasto in due parti perchè la dose indicata è sufficiente per fare due fugasse… Adesso provvedo alla correzione…
      Grazie e buon week end

  3. Anche a me piace stare a tavola con la famiglia riunita e apprezzo molto queste ricette della tradizione che ci permettono di farlo con allegria 🙂 Buoma giornate anche a te!

Commenta l'articolo