I lupini in salamoia

I lupini  sono un antico seme che studi scientifici hanno dimostrato essere, come l’insulina, un antidoto naturale al diabete. Hanno, infatti,  la capacità i di ridurre il carico glicemico dei cibi ricchi di carboidrati e di migliorare il metabolismo del glucosio nel sangue .

Le proteine contenute nei lupini hanno caratteristiche importanti, una di queste è  la gamma-conglutina, che riduce lo zucchero nel sangue se assunta anche in dosi di pochi grammi al giorno.

Il vantaggio proteico del lupino è che può essere mangiato fuori dai pasti e quindi come unico alimento durante una merenda o uno spuntino.

I lupini danno un grande apporto energetico all’organismo, e sono  un’ ottima alternativa alle proteine di origine animale.

Contengono calcio, fosforo, potassio, zinco, manganese, rame, sodio, selenio, magnesio e ferro oltre che i le vitamine A, B1, B2, B3, B5, B6 e C.

Oltre ad avere buone proprietà nutrizionali i lupini risultano avere un’ottima digeribilità ed un apporto praticamente pari a zero per quanto riguarda il colesterolo e recenti studi hanno confermato le proprietà benefiche dei lupini nei confronti del cuore.

Tra i benefici apportati dai lupini dobbiamo ricordare anche il buon apporto di fibra e la presenza degli acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6, indispensabili per la nostra salute e non sintetizzabili dal nostro organismo.

I lupini in salamoia

Conserviamo i lupini: l’alimento ideale per i diabetici

  • 1 kg di lupini secchi
  • acqua fredda
  • sale grosso

In un recipiente abbastanza capiente metto i lupini a bagno in acqua fredda

Li lascio in ammollo per 24 ore , poi li scolo, li sciacquo e li metto in una pentola coperti di acqua fredda e li faccio bollire per un ora

Trascorso il tempo di cottura spengo la fiamma e li lascio raffreddare nella loro acqua.

Quando si sono raffreddati li scolo e li metto a bagno con acqua e un cucchiaio di sale grosso fino al giorno dopo.

Per una decina di giorni tutte le mattine sciacquo i lupini sotto l'acqua fresca e gli cambio l'acqua e aggiungo sempre sempre il sale per fargli perdere l'amaro.

Trascorsi i dieci giorni di cambio acqua preparo una salamoia facendo bollire un litro e mezzo di acqua con 90 gr. di sale. e aggiungo i lupini.

Copro le pentola e da quando l' acqua riprende a bollire. calcolo 3 minuti di cottura.

Invaso i lupini ancora bollenti un vasetto alla volta coprendoli con la salamoia, e li chiudo stringendo bene la capsula e li lascio raffreddare così si formerà il sottovuoto.

Una volta aperti i lupini vanno conservati in frigorifero.