Vino di visciole

vino di visciole

Il vino di visciole viene detto anche ” elisir del corteggiamento” perchè piace alle donne per il suo colore, rubino, per il suo gusto dolce e allegramente frizzantino.

Di tradizione longobarda, la visciola era chiamata Wihsila ; è una varietà della ciliegia selvatica (prunus cerasus),dal colore rosso scuro e dal sapore acidulo che fruttifica naturalmente ed ama i terreni scoscesi e collinari

Le visciole che vengono raccolte, rigorosamente a mano, tra la fine di giugno e i primi di luglio vengono messe in appositi contenitori con vino rosso pregiato e zucchero e lasciate fermentare per 90 giorni e poi a decantare naturalmente durante i mesi dell’inverno. Verso la fine di febbraio le visciole vengono eliminate e il vino filtrato.

 

Se il vino di visciole, deve i suoi primi successi al gentil sesso per via dei profumi di marasca, mora e lampone, per la sua morbidezza e il suo gusto rotondo, leggermente frizzante, almeno nella sua giovinezza, oggi le sue qualità ne fanno invece un vino da meditazione, dal gusto corposo, dolce ed armonico da assaporare e degustare in compagnia, ritrovando i sapori perduti della pasticceria: prima di tutto la crostata ai frutti di bosco che esalta del vino di visciole la rotondità e il profumo, ma anche il ciambellone o la pasticceria secca in generale, ne sono ottimi compagni.

La sua gradazione si assesta intorno ai 14 gradi e va gustato a temperatura ambiente.

Ecco la ricetta  per produrre questo elisir artigianalmente:

Ingredienti:

  • 1 kg di visciole
  •  600 gr di zucchero
  • 1 lt di vino sangiovese.

A fine giugno, primi luglio si raccolgono le visciole e si mettono a fermentare in un barattolo di vetro con chiusura ermetica da 2 lt, esposti al sole per un mese, poi si mettono in un posto buio e fresco a riposare.

Dopo la vendemmia a ogni chilo di visciole si aggiunge un litro di sangiovese e lo si lascia riposare fino a febbraio. Si filtra il tutto e… assaggiare per credere!!!

 

Ecco un’altra ricetta per preparalo

Ingredienti:

  • 5 kg di Visciole
  • 10 lt di Vino rosso Aleatico,
  • 500 gr di zucchero semolato
  • un pezzetto di cannella
  • 1 limone
  • chiodi di garofano
  • 2 lt e mezzo di alcool per liquori a 90°

Mettere il vino in una damigiana. Pesare 2 kg. di visciole, levare ad esse i noccioli e tenerli a parte. Snocciolare anche le rimanenti visciole buttando via i semi. Pestare i noccioli conservati e unirli al vino, aggiungere anche tutte le visciole, lo zucchero, la cannella, la scorza del limone (solo la parte gialla) e alcuni chiodi di garofano. Mettere la damigiana al sole e lasciarvela per 40 giorni; trascorso questo tempo filtrare tutto quanto e misurare il ricavato in litri . Per ogni 4 litri di prodotto aggiungere circa un litro di alcool. Se si desidera un “visner” più secco, aumentare il quantitativo di alcool, se invece si preferisce più dolce, aumentare lo zucchero.