Gnocchi di zucca con ragù di strolghino classico e funghi porcini

Lo strolghino, deve il suo nome al verbo dialettale emiliano “strolgare”, che significa indovinare, perché, per le sue caratteristiche di stagionatura, veniva utilizzato per prevedere l’andamento della stessa per i salami di pezzatura maggiore.

Per le sue dimensioni e la composizione magra, questo insaccato ha una stagionatura breve, di solito di 20 giorni. Caratterizzato dalla facile pelabilità, dal gusto dolce, rimane tenero e scioglievole al palato. Ottimo in ogni momento della giornata, come pasto, spuntino veloce o per aperitivi.

 Clai, (Cooperativa Lavoratori Agricoli Imolesi) è una Cooperativa agricola che opera nell’agroalimentare sia nel settore dei salumi, con una particolare specializzazione nel segmento del salame, che in quello delle carni fresche bovine e suine.

Lo strolghino Clai è prodotto esclusivamente con carni di suini nati allevati e macellati in Italia.

La Ricetta dei Gnocchi di zucca con ragù di strolghino classico e funghi porcini

  • Ingredienti per gli gnocchi:
  • 500 gr. di zucca mantovana decorticata
  • q.b. di farina di ceci
  • 4 cucchiai di latte di scremato
  • q.b. di olio extravergine di oliva
  • una bella gratta di noce moscata
  • Ingredienti per condire:
  • 1 scalogno
  • 250 g di Strolghino classico Clai
  • 30 g di funghi porcini secchi
  • Q.b. di Olio extravergine
  • 100 g di Parmigiano grattugiato
  • 1 rametto di timo
  • 120 ml (circa) di acqua di cottura dei gnocchi

Pulisco e mondo la zucca, la taglio a fette poi la faccio cuocere per una ventina di minuti nella vaporiera. Quando è ben cotta la passo al setaccio, metto la polpa in una ciotola e aggiungo , la noce moscata, un pizzico di sale tanta farina di ceci (circa 150 gr. ) quanta serve per creare un composto morbido.

Con le mani prendo l’impasto a pizzichi, formo delle piccole polpettine e le passo sui rebbi della forchetta i per dargli una forma da gnocchetto.

Trito lo scalogno, lo metto in una padella antiaderente e lo faccio appassire, aggiungendo un paio di cucchiai d’acqua e quando è cotto aggiungo I funghi precedentemente ammollati, strizzati e tritati grossolanamente. Faccio insaporire i funghi, aggiungo qualche cucchiaio della loro acqua di ammollo e li faccio cuocere alcuni minuti. Aggiungo lo Strolghino pelato e spezzettato grossolanamente. Faccio insaporire, mescolando per alcun istanti. Poi aggiungo ancora un po di acqua di ammollo dei funghi e faccio cuocere ancora per una decina di minuti.

Nel frattempo porto ad ebollizione una pentola di acqua bollente salata, cuocio velocemente gli gnocchi di zucca e appena vengono a galla li scolo.

Nella padella con il ragù di stroghino e funghi aggiungo qualche cucchiaiata di acqua di cottura dei gnocchi, gli gnocchi, qualche fogliolina di timo, un filo d'olio e mescolo delicatamente

Completo con il parmigiano grattugiato e…

Buon Appetito!!!

Commenta l'articolo