Fave sottolio

fave sott'olio (2)

In molti mi hanno chiesto la ricetta delle fave sottolio e sono qui ad accontentarvi. I sottolio sono una delle mie passioni. Conservo un po’ tutte le verdure, il procedimento più o meno è sempre lo stesso e il risultato è eccellente.

Sono un gustoso sfizio da gustare così, oppure da utilizzare per la preparazione di spiedini a base di pecorino e prosciutto da servire durante l’aperitivo.

 

Ingredienti:

  • 2,5  kg di fave tebere e dolci
  • 3 bicchieri d’acqua
  • 2 bicchieri di aceto
  • 1 manciata di sale
  • olio di semi di girasole
  • finocchietto selvatico
  • oliodi semi di girasole.

Sgrano le fave e le metto in  una  pentola con l’acqua, l’aceto e il sale.

Le copro un piattino capovolto sul quale metto un peso così che rimangano bene immerse nel liquido per almeno 12 ore.

Trascorso il tempo di acidificazione le scolo e le metto a cuocere in una pentola con l’olio di semi di girasole. Le faccio bollire per 3/4 minuti, poi ancora calde li metto nei barattoli di vetro già sterilizzati con un rametto di finocchietto selvatico

Le  ricopro completamente con l’olio ben caldo   facendo uscire con attenzione le eventuali bolle d’aria affinché l’olio penetri completamente, poi  li chiudo ermeticamente, li capovolgo e li faccio raffreddare completamente. Li conservo in un luogo fresco e asciutto.