Crema di topinambur

Con il freddo e la neve di questi giorni una crema di topinambur, bella calda e fumante, è quello che ci vuole per scaldarsi e nello stesso tempo per rigenerarsi.

I topinambur sono dei tuberi dal sapore delicato un misto tra il sapore del carciofo e quello del ravanello.

Grazie alle loro proprietà i topinambur riducono l’assorbimento del colesterolo cattivo  degli zuccheri da parte per cui, evitando i bruschi  sbalzi della glicemia dopo i pasti, sono molto indicati per i diabetici.

 

La ricetta della Crema di topinambur

  • 500 g di topinambur
  • 1 limone
  • 1 scalogno
  • 1/2 l di brodo vegetale
  • q.b. di parmigiano grattugiato
  • q.b. di olio extravergine d'oliva
  • q.b. di sale
  • q.b. di pepe

Sbuccio i topinambur, li taglio a pezzetti e li metto in una ciotola con acqua e limone affinché non anneriscano. In una pentola, possibilmente di terracotta, faccio rosolare lo scalogno affettato sottile. Lo copriamo di acqua e lo facciamo bollire fino a quando l'acqua è opalescente. A questo punto metto in pentola i topinambur, li faccio insaporire poi verso il brodo vegetale già caldo. Li faccio cuocere a fiamma bassa per una mezz'ora e se necessario durante la cottura aggiungo altro brodo.

Una volta cotta la verdura regolo di sale e la frullo con il frullatore ad immersione, aggiungo il parmigiano e frullo di nuovo fino a che non ottengo una crema liscia ed omogenea.

Al momento di servire aggiungo un filo d'olio e una macinata di pepe fresco.

Buon Appetito!

Commenta l'articolo