Costolette di agnello a scottadito

Le costolette di agnello a scottadito, si mangiano subito appena tolte dalla piastra: sono bollenti, scottano le dita, ma per la loro bontà si fa anche questo sacrificio 🙂 . E’ un piatto che ben si adatta alle festività pasquali e che piacerà a moti per il suo sapore abbastanza deciso.

Sono un piatto tipico della tradizione gastronomica laziale 

Le costolette di agnello a scottadito bene sono già buone di per se, però è importante abbinarle ad un giusto contorno. Secondo me, i   carciofi ripieni gratinati  sono l’abbinamento pressoché perfetto! E vedrete che figurane fare il giorno di Pasqua: i vostri ospiti vi faranno sicuramente i complimenti…

 

La Ricetta delle costolette di agnello a scottadito

  • 12 costolette di agnello
  • 2 rametti di rosmarino
  • 1 spicchio d'aglio
  • 80 g di olio extravergine d'oliva
  • q.b. di sale
  • q.b. di pepe macinato fresco

In una ciotola metto l'olio, l'aglio a pezzetti, il rosmarino, il sale e il pepe., mescolo bene, aggiungo le costolette che prima ho asciugato con l'apposita carta da cucina, le giro per ungerle bene per tutti i lati, copro la ciotola e e lascio riposare per una mezz'ora circa.

Metto sul fuoco a fiamma alta la piastra e quando è ben calda metto le costolette. Le faccio cuocere per 2/3 minuti per lato, poi le giro e quando sono bene dorate le metto sul piatto da portata. Le copro con un coperchio per un paio di minuti, regolo di sale e pepe, poi le servo in tavola fumanti.

Buon Appetito!,