Tagliatelle ai gamberi e ai funghi ovvero il sapore del mare e della terra insieme in un piatto

I gamberi, crostacei dalle carne prelibate e pregiate, sono molto utilizzati in cucina.

Al mercato si trovano in tutte le stagioni e in molte varietà che si contraddistinguono per la grossezza e per il colore delle carni.

I gamberi imperiali o mazzancolle sono di colore grigio screziato, con macchie e strisce più scure e dalle sfumature rosacee. Hanno le carni dal  sapore molto delicato.

I gamberoni sono di  un colore che va dal rosso al rosa e le carni dal sapore delicato ma deciso.

Quando si acquistano i gamberi freschi bisogna prestare attenzione che siano di colore brillante, abbiano le zampette e le antenne mobili e l’occhio vivo.

Per pulirli bisogna prima di tutto lavarli sotto l’acqua fresca corrente, poi si stacca la testa, le zampette e si eliminano il carapece ( corazza ) e la coda.

Si procede quindi alla pulitura dell’intestino, incidendo il dorso dei gamberi con un coltellino e tirando delicatamente il filetto nero dell’intestino per non romperlo.

I gamberi e i crostacei in genere,  hanno  discrete proprietà nutrizionali e sono una valida alternativa alla carne e al pesce, purché il consumo non superi  due porzioni a settimana per la concentrazione di sodio e di colesterolo presente nelle lori carni.

L’abbinamento gamberi e funghi è uno degli abbinamenti più azzeccati.

La Ricetta delle tagliatelle ai gamberi e ai funghi

  • Ingredienti per la pasta:
  • 400 gr. di farina di tipo 2
  • 4 uova
  • sale
  • Ingredienti per condire:
  • 400 g di gamberi
  • 400 g. di funghi chapignon (anche surgelati)
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 peperoncino piccante
  • q.b. di passata di pomodoro
  • q.b. di olio d'oliva extravergine
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • sale.

Sulla spianatoia verso a fontana la farina passata al setaccio, e le rompo dentro le uova e un pizzico di sale. Lavoro con forza fino ad ottenere un impasto liscio e consistente. Formo un panetto, lo avvolgo in un panno inumidito e lo faccio riposare per circa un’ora; poi con il mattarello tiro una sfoglia non molto sottile che avvolgo su se stessa e con il coltello taglio le tagliatelle.

In un tegame antiaderente nell'olio faccio soffriggere lo spicchio d'aglio, quando è dorato lo elimino e nel tegame metto i gamberi sgusciati.

Quando sono rosolati li sfumo con il vino e quando il vino è evaporato metto nel tegame i funghi, la passata di pomodoro e il peperoncino piccante.

Regolo di sale e faccio cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti.

Lesso e scolo le tagliatelle, le verso nel tegame con il condimento, le faccio saltare per alcuni minuti e le servo ben calde.

Buon Appetito!

 

 

 

 

Commenta l'articolo